Grazie a CloudFuze Dropbox e Google Drive diventano Enterprise

pubblicato  18 apr 2015, 06:37  da CloudFuze Italia [ aggiornato in data 10 mag 2015, 09:55 ] 

 
L’esigenza di accesso remoto ai file e di funzionalità avanzate di gestione è rapidamente aumentato nel recente contesto aziendale rispetto a solo pochi anni fa. I file server interni rappresentano certamente piattaforme consolidate all’interno delle azienda e autorizzati dalle direzioni IT aziendali ma soffrono di pesanti limitazioni se comparati con le piu’ recenti tecnologie in termini di funzionalita’ di accessibilita’ dai dispositivi mobili e di gestione avanzata dei file come condivisione e collaborazione. Queste sfide hanno spinto le aziende ad esplorare (spesso attraverso progetti pilota) l’adozione dei servizi di cloud storage pubblico. Ma i problemi  relativi alla sicurezza ed al controllo dei dati in questo nuovo modello di archiviazione dei file aziendali ha spesso ostacolato tali iniziative, che costringono tutt’oggi la gran parte delle aziende a fare affidamento su implementazioni obsolete, nonostante la produttivita’ degli utenti possa essere notevolmente incrementata dall’adozione delle nuove tecnologie e delle funzionalita’ che realizzano in termini di accesso in mobilita’, condivisione e collaborazione.
CloudFuze e’la soluzione di Content Management che garantisce accesso unificato ai file aziendali indipendentemente che siano residenti all’interno di servizi di storage “in the cloud” (come Dropbox o Google Drive), all’interno dei sistemi aziendali (come un dispositivo NAS – Network Attached Storage) oppure ancora all’interno delle sempre piu’ diffuse piattaforme di Enterprise Collaboration (come Microsoft Sharepoint, Alfresco e EMC Documentum) mettendo a disposizione un ricco set di strumenti per l’accesso ai file da dispositivi mobili, per la condivisione e la collaborazione con utenti interni ed esterni all’azienda nonche’ per garantire le necessarie procedure di controllo e di protezione dei dati da parte dell’IT aziendale. Grazie a queste caratteristiche, CloudFuze consente alle aziende non solo l’adozione di strumenti come Dropbox e Google Drive e delle funzionalita’  di accesso in mobilita’, condivisione e collaborazione nel pieno rispetto delle piu’ stringenti politiche sulla sicurezza delle informazioni, ma anche rendere disponibili gli strumenti abilitanti per l’integrazione delle attuali piattaforme di archiviazione interne all’azienda (come cartelle NFS o servizi FTP) e per la migrazione dei dati tra i differenti archivi.
 
Per maggiori informazioni o per richiedere una versione trial gratuita scrivici a italysales@cloudfuze.com o visitaci sul sito www.cloudfuze.com.