Provare con mano il valore di CloudFuze

pubblicato  06 apr 2015, 12:09  da CloudFuze Italia [ aggiornato in data 10 mag 2015, 09:52 ] 

CloudFuze garantisce accesso unificato ai file aziendali indipendentemente che siano residenti all’interno di servizi di storage “in the cloud” (come Dropbox o Google Drive), all’interno dei sistemi aziendali (come un dispositivo NAS – Network Attached Storage) oppure ancora all’interno delle sempre piu’ diffuse piattaforme di Enterprise Collaboration (come Microsoft Sharepoint, Alfresco e EMC Documentum) mettendo a disposizione un ricco set di strumenti per l’accesso ai file da dispositivi mobili, per la condivisione e la collaborazione con utenti interni ed esterni all’azienda nonche’ per garantire le necessarie procedure di controllo e di protezione dei dati da parte dell’IT aziendale. Per maggiori informazioni a questo indirizzo e’ disponibile una brochure illustrativa (link) e una breve infografica (link) del prodotto ma per “provare con mano” le caratteristiche e le funzionalita’ di CloudFuze la scelta migliore e’ richiedere a questo indirizzo (link) una versione trial gratuita che per un periodo di 30 giorni consente di accedere ad un sottoinsieme delle funzionalita’ messe a disposizione dalla piattaforma.
La registrazione non richiede che la compilazione di un breve form che consente di ricevere al proprio indirizzo email il messaggio di attivazione del servizio, e di sperimentare da subito l’estrema semplicita’ con cui CloudFuze consente di integrare i dati archiviati nei piu’ diffusi servizi di storage “in the cloud”, di accedervi da qualsiasi dispositivo e da un unico punto di accesso, di condividerli in modo sicuro e di collaborare con chiunque abbia un indirizzo email, garantendo al contempo il backup dei dati e una traccia in tempo reale delle attivita’ svolte sui file.
Tutte le funzionalita’ di CloudFuze sono accessibili tramite il portale web del servizio (link) accessibile da qualsiasi dispositivo attraverso i piu’ diffusi browser web; e’ inoltre possibile accedere direttamente ai propri file attraverso le “app” native disponibili per Microsoft Windows (link), Apple iOS (link) e Android (link). Tra le varie piattaforme supportate, CloudFuze e’ certificato per l’integrazione con i principali servizi di Public e Private Cloud tra cui Dropbox, Google Drive, Microsoft OneDrive, Amazon A3, Citrix Sharefile, Windows Azure, Cloudian. Inoltre, in aggiunta alle funzionalita’ disponibili nella versione trial, CloudFuze Enterprise offre un ampio di set di funzionalita’ che consentono ad un amministratore IT di gestire centralmente gli utenti ed i relativi privilegi (attraverso l’integrazione con Active Directory), di integrare i repository interni all’azienda (siano esse cartelle condivise sui NAS aziendali o piattaforme di Enterprise Collaboration come Microsoft Sharepoint, Alfresco o EMC Documentum), di definire procedure di protezione (con crittografia AES 256) e di backup periodico dei dati nonche’ di generare reportistica periodica e dettagliati tracciati di log per rilevare eventuali abusi da parte degli utenti. 
Qui di seguito sono riportati alcuni suggerimenti utili per il primo utilizzo di CloudFuze, che guidano tra le varie funzionalita’ tra cui importare i propri servizi di storage (link), gestire i propri file tra le varie piattaforme (link), spostare i propri file (link), inviare e condividerli in modo sicuro (link) e creare ambienti di lavoro condiviso con utenti interni o esterni all’azienda (link). Per maggiori informazioni o per richiedere una versione trial gratuita scrivici a italysales@cloudfuze.com o visitaci sul sito www.cloudfuze.com.